La mostra Giancarlo Botti tra il presente e la memoria al Palazzo del Podestà

Sabato 5 marzo alle ore 17,30 in Palazzo del Podestà si svolgerà l’inaugurazione della mostra “Giancarlo Botti tra il presente e la memoria” una personale dedicata all’artista montevarchino.

Dopo il taglio del nastro e prima dell’accesso alla sala espositiva per ammirare le sue opere, in Sala del Podestà la critica d’arte Maria Giovanna Cutini, il Sindaco Silvia Chiassai Martini, rappresentanti della Fondazione Meyer e l’artista, presenteranno il volume “Tra il presente e la memoria” un bellissimo catalogo che raccoglie le opere del pittore dal 1960 al 2020.

A seguire sarà aperta la sua mostra che contiene 50 opere e altri oggetti d’arte.

La mostra resterà aperta fino a domenica 13 marzo con il seguente orario: dal lunedì al venerdì ore 16.00 – 19.00, sabato e domenica ore 10.00 – 12.30 e ore 16.00 – 19.00.

La pittura di Botti Giancarlo si muove principalmente attraverso la rappresentazione di paesaggi ed elementi naturali dello scenario della campagna e del mare, resi unici e tridimensionali grazie all’utilizzo di una particolare tecnica concepita dall’artista.

Nel corso della sua lunga attività artistica ha partecipato a molte personali ed eventi in varie parti d’Italia.

A lui si sono interessati importanti critici d’arte come Alessandro Vezzosi, scrittori come Marco Malvaldi e art curator come Carles Marco.

Le opere di Giancarlo Botti sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Il ricavato delle vendite delle opere, del volume e degli oggetti sarà devoluto totalmente alla Fondazione Mayer, che ha concesso il proprio Patrocinio all’evento.

L’ingresso è gratuito, Pr accedere è necessario esibire il green pass rafforzato ed indossare la mascherina.
Pierluigi Ermini